Viaggiare in Coronavirus: cosa mettere in valigia

Viaggiare in Coronavirus: cosa mettere in valigia
37408feaba

Credito immagine @ Lauren per Ralph Lauren

Sei mesi fa, sarei scappato urlando dalla stanza se qualcuno avesse suggerito un viaggio con un volo Ryan Air delle 6 del mattino. La sola idea di attraversare il metaforico Jeremy Kyle Show che è l’aeroporto di Stansted mi riempie della trepidazione che si potrebbe riservare a una colonscopia. Ma quando un’amica di recente mi ha suggerito di raggiungerla nella sua villa in Puglia, sapevo di dover rompere la mia routine post-Lockdown.

Credito immagine @ Lauren per Ralph Lauren

Cosa mettere in valigia?

Per qualcuno che, quando non è in mezzo a una pandemia globale, viaggia costantemente per lavoro e piacere, ciò che questo viaggio di cinque notti mi ha fatto capire rapidamente non è stata una riscoperta del mio vero io in stile Elisabeth Gilbert “Mangia prega ama”, ma quanto completamente incapace Sto facendo le valigie con qualsiasi senso di economia o moderazione. I miei compagni di viaggio stavano facendo “solo i bagagli da cabina”, ma un simile esercizio di frugalità è un completo anatema per me.

Anche se il mio amico mi aveva consigliato che l’atmosfera generale in Puglia è di basso profilo e rustica, ero deciso a portare tutto ciò che potevo forzare nel mio Baule Rimowa. Avevo sentito che una famosa fashion editor, nota per le sue braccia da yoga arachidi e la totale mancanza di consapevolezza quando si tratta di sembrare un montone molto costoso, era in realtà pugliese, quindi il mio cervello mi ha torturato facendomi credere che fosse necessario portare ENTRAMBI i Saint Laurent e le giacche smoking Celine, due paia di pantaloncini da bagno e su misura al giorno, la gamma completa di t-shirt in cotone giapponese James Perse (v + girocollo), un trench Burberry (perché?), una selezione di maglieria in cashmere Loewe & Prada e lo shop online completo di Les Boys Les Girls per i momenti più casual. E non farmi iniziare con le scarpe…

Credito immagine @ Lauren per Ralph Lauren

Ma la mia principale indulgenza – il motivo per cui ‘andare avanti’ per me è proprio questo, un maledetto bagaglio a mano! – è prodotti di bellezza. Coloro che hanno letto i miei precedenti contributi a questo sito Web saranno ben consapevoli della mia dipendenza e le vacanze non sono il momento per me di andare in Turchia. Per aiutare la mia modifica di bellezza (o meno) Muji realizza questi grandi e spaziosi casi di vanità di cui ne porto tre, imbottiti fino all’orlo. Al momento sono “dentro” la gamma completa di Cura della pelle del dottor Prager, che è fortunato in quanto sono solo sei prodotti. Ma poi ci sono la miriade, e pesante, pletora di scrub, gel doccia, idratanti per il corpo e oli da considerare. La fragranza, ovviamente, ha bisogno della sua borsa perché sono una puttana totale di profumi! (i preferiti in questo momento sono: Palazzo Nobile ‘Casanova 2161’ (per il giorno) e Impression Cashmeran Velvet di Ostens (per la notte). Inoltre, non vado mai OVUNQUE, nemmeno sciando, senza la gamma di creme solari Sisley.

Una volta in Puglia, e felicemente sistemato nella bella villa pugliese della mia amica, mi sono reso conto gradualmente che, nonostante avessi sovraffollato, tutto sembrava bello appeso nell’armadio e sistemato ad arte in bagno. Mi ha fatto sentire contento. Mi sono rifiutato di provare vergogna. Questa era la mia vacanza. La mia fuga. Il mio tempo per sentirmi distante e assente dai tempi senza precedenti da cui mi ero così felicemente abbandonato.

Poi ho continuato a indossare le stesse cose ogni giorno, sono andata a letto brillo, senza pensare al mio regime di bellezza e, sebbene il sole splendesse quasi tutti i giorni, non ho mai superato la Sisley SPF 30 Silky Body Cream.

Lezioni imparate? Forse, ma a volte prendersi cura di sé significa semplicemente fare le cose a modo tuo. Anche se finisci per sembrare la duchessa di Windsor, in procinto di salire a bordo dell’Orient Express con quaranta bauli Vuitton, quando fai la fila per il check-in automatico di Ryan Air a Stansted.

Speriamo che tutti noi possiamo fare le valigie (in stile Karl) e riprendere presto il volo!

LEGGI SUCCESSIVO: Ambizione bionda: Il diario dei capelli di Karl | Cosa mettere in valigia

© Wendy Rowe. Tutti i diritti riservati.

37408feaba