Shampoo chiarificante all’aceto di mele

Clarifying Apple Cider Vinegar Shampoo
37408feaba

Come persona con i capelli super fini, ho usato a lungo l’aceto di mele come detergente quando le ciocche diventano flosce e un po’ troppo acconciate. Il vero pezzo forte nel mio arsenale per la cura dei capelli è uno shampoo all’aceto di mele.

Chiarisce e purifica allo stesso tempo, risparmiandomi un passaggio e un po’ di tempo tanto necessario al mattino. Per non parlare, lascia i miei capelli perfettamente puliti e più morbidi di qualsiasi altra cosa là fuori.

Ma per quanto lo ami, mi sono sempre chiesto se potevo fare il mio shampoo all’aceto di mele a meno. (Avviso spoiler: sì, è assolutamente possibile.)

Con un po’ di tentativi ed errori, ho finalmente trovato uno shampoo chiarificante ACV che adoro. Ecco come crearne uno tuo.

Come fare lo shampoo con l’aceto

Gli appassionati di salute cantano da anni le lodi dell’aceto di mele. Anche se ha un odore strano e un sapore ancora più strano, si dice che faccia di tutto, dall’abbassare la glicemia e ti aiuti a perdere peso per lenire il mal di stomaco.

E applicarlo direttamente sulla pelle ha altrettanti benefici.

ACV è antimicrobico e aiuta a controllare i batteri o i funghi che possono causare problemi al cuoio capelluto. È ricco di vitamine e minerali che nutrono i capelli e alfa idrossiacidi che esfoliano il cuoio capelluto e tengono a bada la forfora. È anche acido e può essere utilizzato per abbassare il pH del cuoio capelluto e riportare la salute dei capelli in equilibrio.

Ma è l’acidità che lo rende un ingrediente difficile nella maggior parte delle ricette di shampoo. Quando ho ideato il mio shampoo ACV, il mio primo pensiero è stato quello di combinare semplicemente il sapone di Castiglia con l’aceto di mele, ma Google mi dice che non è una grande idea.

Anche se non è dannoso, mescolare un acido (come ACV) con una base (come il sapone di Castiglia) si annulla efficacemente a vicenda. Potrebbe avere i capelli puliti, ma non raccoglierai davvero i benefici dell’aceto di mele.

Il mio pensiero successivo è stato quello di utilizzare ACV normale come risciacquo post-shampoo. Ma aggiungere un passaggio in più alla mia routine mattutina non risolve esattamente il mio problema di tempo.

Quindi, grazie, ma no grazie.

Poi un giorno, mi sono imbattuto in una ricetta di shampoo che usa noci di sapone. Le saponine sono un tipo di guscio di bacche che si trova tipicamente in India e Nepal che contiene un detersivo naturale noto come saponina. Se miscelata con acqua, la saponina si forma come un normale sapone, il che la rende un’alternativa ecologica ai detersivi chimici.

Sebbene le noci del sapone siano utilizzate principalmente in Occidente come detersivo per il bucato, la medicina ayurvedica spesso le raccomanda per il trattamento di problemi della pelle, come eczema e psoriasi.

Poiché le noci del sapone sono così delicate e lenitive, sono la base perfetta per lo shampoo fatto in casa. Inoltre, sono incredibilmente economici e un po’ fa molto.

Basta fare una grande quantità di questo shampoo e congelare gli avanzi in una vaschetta per cubetti di ghiaccio. Quando sei pronto per usarlo, scongelalo durante la notte e conservalo in una piccola bottiglia a spruzzo fino a quando non è sparito.

Quando hai finito di fare lo shampoo, non buttare via le noci di sapone rimanenti. Puoi usarli per:

Domande frequenti sullo shampoo all’aceto di mele fatto in casa

Le noci di sapone fanno bene ai capelli?

Sì! A differenza della maggior parte degli shampoo commerciali che utilizzano detergenti chimici, le noci del sapone rilasciano un agente schiumogeno delicato e naturale che deterge i capelli senza privarli dell’umidità.

Questo shampoo è ottimo anche per la pelle, in particolare per la pelle problematica, quindi sentiti libero di lasciarlo indugiare sul petto e sulla schiena (o in qualsiasi punto in cui potresti essere soggetto a sfoghi) prima di risciacquare.

Posso conservare una piccola quantità di questo shampoo nella mia doccia tra un utilizzo e l’altro?

Puoi lasciarlo riposare nella doccia per un massimo di 3-4 giorni prima che inizi a peggiorare.

C’è un’alternativa alle noci di sapone che posso usare?

Purtroppo no. Le noci saponose sono l’unica opzione che conosco per questa ricetta. Se non hai accesso alle noci del sapone, la soluzione migliore sarebbe fare un risciacquo ACV post-shampoo.

Le noci del sapone uccidono i germi?

Sì, sono antimicrobici. E anche l’aceto di mele [source].

Posso riutilizzare le noci del sapone per fare più di un lotto di shampoo all’aceto di mele?

Dovresti essere in grado di ottenere altri 2-3 usi dei tuoi dadi di sapone prima di doverli sostituire. Sappi solo che ogni volta che li usi, creeranno sempre meno saponina (composti del sapone), quindi potresti dover usare anche meno acqua.

Cosa devo fare con le noci di sapone usate?

Una volta che le tue noci di sapone sono state usate alcune volte, diventeranno grigie e smetteranno di rilasciare sapone. A quel punto, gettali nel tuo mucchio di compost, se ne hai uno, e lascia che si decompongano naturalmente.

Shampoo all’aceto di mele

Se i tuoi capelli sono appesantiti dall’accumulo di prodotto e dall’olio, adorerai questo shampoo chiarificante all’aceto di mele fai-da-te. È anche super facile da fare!

Tempo di preparazione5 min

Tempo di attività30 min

Tempo totale35 min

Corso: bellezza fai da te

Cucina: fai da te

Parola chiave: aceto di mele, shampoo

Resa: 16 once

Autore: Stephanie Pollard

Costo: $ 5

Appunti

Lo shampoo sarà più liquido di quanto potresti essere abituato, quindi mi piace conservare il mio in una piccola bottiglia per schizzi e applicarlo direttamente sul mio cuoio capelluto. Puoi anche conservarlo in un barattolo e versarlo tra le mani prima dell’applicazione. Per l’uso, applicare una piccola quantità sui capelli bagnati e massaggiare delicatamente. Lasciare agire per 5 minuti, quindi risciacquare bene. Conserva lo shampoo inutilizzato in frigorifero per un paio di settimane o conservalo in congelatore a tempo indeterminato.

Questo post è stato esaminato dal punto di vista medico dalla dott.ssa Jennifer Haley, una dermatologa certificata dal consiglio con una vasta esperienza in dermatologia medica, cosmetica e chirurgica. Scopri di più sui revisori medici di Hello Glow qui. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlarne con il tuo medico.

453

37408feaba