Come pulire il tuo lavello in acciaio inossidabile

How To Clean Your Stainless Steel Sink
37408feaba

Quando abbiamo finito la ristrutturazione della nostra cucina ero stordito da come è andato tutto a finire. Avanti veloce una o due settimane dopo aver effettivamente utilizzato la cucina, ed era chiaro che avevo sbagliato una cosa: il nostro lavandino.

Ho già fatto il lavello della fattoria e non mi è piaciuto. Quindi siamo andati con un sottopiano in acciaio inossidabile a due ciotole davvero semplice. Grosso errore. Nessuna delle mie padelle ci sta dentro! Non posso immergere nulla! Cosa stavo pensando?!

Nonostante il mio rimorso per il lavandino, amo ancora dargli una pulizia profonda. Un lavandino sporco mi fa schifo! E ce n’era sicuramente bisogno dopo aver coperto tutta la mia cucina in kitchari. Sai come la curcuma macchia la tua pelle? Sì, macchia anche i lavandini.

Come pulire il tuo lavello in acciaio inossidabile

Passaggio 1: strofinare con bicarbonato di sodio

Sciacquare bene il lavandino con acqua e poi cospargere di bicarbonato di sodio dappertutto. Adoro queste miscele profumate di bicarbonato di sodio.

Il bicarbonato di sodio è perfetto per i lavori di sgrassatura perché si sporca senza graffiare o danneggiare la superficie. È particolarmente indicato per lavelli in acciaio inossidabile e porcellana. Ne ho anche sentito parlare bene Bon Ami e L’amico del baristama non li ho provati personalmente.

Lascia riposare il bicarbonato di sodio nel lavandino per almeno 10 minuti (o durante la notte). Quindi utilizzare una spugna morbida per strofinare bene l’intero lavandino. Non utilizzare lana d’acciaio o spazzole d’acciaio che potrebbero graffiare la superficie e lasciare particelle di metallo che possono causare ruggine.

Passaggio 2: mira alle macchie con cremor tartaro

Risciacquare il bicarbonato di sodio. Ho letto diversi tutorial in acciaio inossidabile che sciacquano il bicarbonato di sodio con l’aceto. Usare l’aceto con il bicarbonato di sodio è complicato. I due reagiranno insieme per creare una divertente effervescenza spumeggiante, ma sta davvero facendo qualcosa? In uno scenario di pulizia del lavandino, la risposta non è molto. Un risciacquo con aceto è utile per rimuovere i depositi di acqua dura, ma non è molto utile a meno che tu non abbia acqua dura. Se desideri l’effetto pulente acido dell’aceto, versalo sul lavandino dopo aver risciacquato il bicarbonato di sodio.

Per le macchie ostinate del lavandino, prova il cremor tartaro. È un detergente acido con potere abrasivo. Unire con un po’ di perossido di idrogeno per fare una pasta e applicarlo sulla macchia. Lasciare riposare per circa 5 minuti, quindi strofinare e risciacquare.

Passaggio 3 – Condite con olio d’oliva

Ora che il tuo lavandino è perfettamente pulito, versa alcune gocce di olio d’oliva su un panno morbido per lucidare il lavandino e il dispositivo. Applicare seguendo la grana del lavandino. Questo non fa brillare il mio lavandino di per sé, ma sembra aiutare a condizionare il lavandino e ridurre i graffi.

Passaggio 4: fallo brillare con l’alcol denaturato

Quindi, per far brillare davvero il tuo lavandino e rubinetto, spruzza con questo detergente per acciaio inossidabile. L’alcool è ottimo per tagliare il grasso dalle impronte digitali. E si asciuga così velocemente e rende le cose super lucide. Il tuo lavandino sembrerà nuovo di zecca!

Passaggio 5: mantenere

Per mantenere il tuo lavello in perfetta forma, si consiglia di asciugarlo dopo ogni utilizzo poiché l’acqua stagnante può causare depositi d’acqua. È un po’ più DOC di quanto io possa sopportare, ma tu lo fai.

72

37408feaba