Come creare i tuoi oli essenziali nel Crockpot

Guess what? It
37408feaba

Immancabilmente, ogni volta che acquisto oli essenziali, me ne vado sempre con uno shock da adesivo. So che un’enorme quantità di tempo e risorse viene utilizzata per produrre oli, ottieni quello per cui paghi e tutto il resto. Ma ancora, piango quello che avrebbe potuto essere, come un armadio ben fornito con tutti gli oli che ho sempre desiderato. Questo fino a quando non ho scoperto che puoi, in effetti, produrre oli essenziali a casa senza attrezzature stravaganti o sostanze chimiche pazze.

Come? Con una pentola a cottura lenta!

È facile e veloce rispetto ad altri metodi e non hai bisogno di molti gadget, solo un po’ di pazienza e molte piante.

Quindi, se sei pronto, continua a leggere e ti mostrerò come creare i tuoi oli essenziali a casa.

Come fare gli oli essenziali

Esistono due modi puliti per produrre oli essenziali:

Espressione – questo comporta la spremitura del materiale vegetale per rilasciare gli oli

Distillazione – un processo alquanto complicato che prevede la cottura a vapore delle piante e la separazione degli oli dal vapore acqueo (solitamente con l’ausilio di un alambicco)

Quando si tratta di produrre oli essenziali in casa, la distillazione è solitamente il metodo preferito perché puoi acquistare un mini distillatore online per un paio di centinaia di dollari. Ma se non sei così serio nel produrre oli, o sei appena agli inizi e non vuoi dover acquistare l’attrezzatura di fantasia, c’è un altro modo: la pentola a cottura lenta.

Ma se non hai una pentola a cottura lenta, qualsiasi pentola grande con un coperchio ben aderente farà il trucco. Basta cuocere a vapore le erbe a fuoco basso e tenerle d’occhio per assicurarsi che l’acqua non bollisca. E ricorda, riscaldare troppo le cose può influire sulla qualità dei tuoi oli, quindi non puoi impostarlo e dimenticarlo come puoi con una pentola a cottura lenta.

Piante da utilizzare per oli essenziali

Praticamente qualsiasi cosa! La cosa migliore di creare i tuoi oli è che puoi usare piante interessanti per fare oli che normalmente non troveresti in negozio.

Per cominciare, prova:

Scorze di agrumi – limone, pompelmo, arancia, lime, pomelo, bergamotto, mano di Buddha

Petali di fiori – viola, rosa, lavanda, neroli, geranio, calendula, camomilla

Erbe aromatiche – menta piperita, salvia, melissa, alloro, timo, rosmarino

Spezie – granella di cacao, cannella, anice stellato, zenzero, vaniglia, pepe nero

Varie – pino, cipresso, semi di carota, semi di prezzemolo

Ma questo è solo per citarne alcuni. Onestamente, l’unico modo per sapere con certezza se una pianta è buona per la produzione di olio è provarla.

Forniture

-4+ tazze di erbe fresche, petali di fiori o scorze di agrumi, tritate

-Abbastanza acqua distillata per riempire 3/4 della pentola a cottura lenta

– Pentola a cottura lenta o grande con coperchio

Istruzioni

Metti il ​​materiale vegetale tritato nella pentola a cottura lenta e riempi per ¾ con acqua distillata. Mescolare bene per garantire che il materiale vegetale sia coperto uniformemente.

Metti il ​​coperchio capovolto sulla pentola a cottura lenta. Ciò consente al vapore di condensare e gocciolare nuovamente nella pentola anziché evaporare.

Cuocere a fuoco lento per 5 ore, quindi raffreddare e mettere l’inserto per la pentola a cottura lenta in frigorifero per una notte.

Il giorno successivo, schiumate l’olio che è salito in superficie e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente. NOTA: se hai difficoltà a reperire l’olio perché non è salito, metti l’inserto della pentola a cottura lenta nel congelatore per alcuni minuti. Non lasciarlo troppo a lungo o si formerà del ghiaccio, ma pochi minuti possono aiutare gli oli a rassodarsi in modo che siano più facili da scremare.

Lascia che gli oli si ammorbidiscano a temperatura ambiente prima di filtrare il materiale vegetale e trasferirlo in una bottiglia ambrata.

Utilizzare l’olio essenziale entro 2 o 3 settimane.

Suggerimenti per gli oli essenziali:

Dal momento che non stiamo usando un distillatore, ci sarà inevitabilmente dell’acqua nei tuoi oli. Non c’è niente di tecnicamente sbagliato in questo, a parte il fatto che l’acqua farà ammuffire i tuoi oli se non vengono utilizzati abbastanza rapidamente. Per eliminare l’acqua, riscalda delicatamente l’olio a fuoco basso finché non è evaporato del tutto (sì, ciò potrebbe influire sulla qualità dei tuoi oli).

Usa rapidamente i tuoi oli fatti in casa. Anche senza acqua, potrebbe esserci del materiale vegetale persistente nei tuoi oli, che può causare problemi con la muffa. Usa i tuoi oli fatti in casa entro 3 settimane, se puoi. Quello che non puoi usare subito, assicurati di conservarlo in frigorifero.

Puoi usare l’acqua rimanente dal processo di produzione dell’olio come un idrolato. A seconda delle erbe che hai usato, filtra il materiale vegetale tritato e versa l’acqua in una bottiglia di vetro con coperchio. Usalo come tonico per il viso, risciacquo per capelli o come ingrediente in qualsiasi prodotto di bellezza fatto in casa. Conservare in frigorifero e consumare entro 2 o 3 giorni.

Fare domande frequenti sugli oli essenziali

Posso combinare due piante insieme quando preparo i miei oli?

Non lo consiglio perché le piante si abbassano e rilasciano oli a velocità diverse. E se combini due o più piante all’inizio, non saprai davvero quanto di ogni olio hai finito.

Posso usare piante essiccate invece di fresche?

Il materiale vegetale fresco contiene più oli rispetto al materiale vegetale essiccato, quindi otterrai più oli essenziali usando il materiale fresco. Ma se ti senti avventuroso, sentiti libero di provare questo processo con le piante essiccate e facci sapere come va nei commenti.

Perché non ricevo molto olio essenziale dalla mia pianta?

Le piante contengono diverse quantità di olio. Più oli naturali sono contenuti in una pianta, più olio essenziale otterrai dal processo di distillazione. Per ottenere più olio, usa semplicemente più pianta fresca per iniziare.

Questo articolo è stato esaminato dal punto di vista medico dalla dott.ssa Gina Jansheski, un medico autorizzato e certificato dal consiglio che esercita da più di 20 anni. Scopri di più sui revisori medici di Hello Glow qui. Come sempre, questo non è un consiglio medico personale e ti consigliamo di parlarne con il tuo medico.

5

37408feaba