Cassiopea, Drew Brees e FAK Inhibitors

37408feaba

Una settimana interessante nelle notizie sulla perdita dei capelli merita un post di ampio respiro.

Cassiopea Topline Risultati per la perdita di capelli femminile

Stiamo aspettando con impazienza gli studi di Fase 3 di Cassiopea (Italia) per Breezula per l’alopecia androgenetica (perdita di capelli di tipo maschile). Tuttavia, diversi giorni fa, l’azienda ha pubblicato un aggiornamento incoraggiante sul suo Prova di fase 2 di prova del concetto per uso di clascoterone in pazienti femminili con perdita di capelli. Il clascoterone è un inibitore topico del recettore degli androgeni e i suoi benefici sulla crescita dei capelli saranno quasi certamente maggiori negli uomini.

Gli studi hanno coinvolto 293 donne di età compresa tra 18 e 55 anni. Sono stati suddivisi in quattro gruppi: 5,0% e 7,5% applicazione due volte al giorno di soluzione di clascoterone; contro Minoxidil al 2% due volte al giorno o veicolo. Solo il sottogruppo con donne di età inferiore a 30 anni che hanno ricevuto l’applicazione due volte al giorno di una soluzione di clascoterone al 5% ha mostrato differenze statisticamente significative rispetto al basale nel conteggio totale dei capelli al mese 6. Non sono stati rilevati problemi di sicurezza.

Gasdotto Cassiopea per il clascoterone per il trattamento della caduta dei capelli.

Trapianto di capelli Drew Brees

Drew Brees è un quarterback superstar del football americano (NFL). Il 42enne si è ritirato nel 2021 dopo una carriera stellare. Era anche noto per la sua precoce perdita di capelli e stempiato…fino a questa settimana. Sembra che si sia fatto un trapianto di capelli con ottimi risultati.

Trapianto di capelli Drew Brees
Drew Brees capelli prima e dopo.

Ho discusso di numerosi altri risultati del trapianto di capelli di celebrità nel corso degli anni. Tra gli atleti più famosi che hanno ottenuto il trapianto di capelli ci sono Wayne Rooney e Brian Urlacher. Forse anche Lebron James.

Inibitore FAK per la caduta dei capelli

Ho tenuto per ultime le notizie più importanti. In questi giorni, alcune persone discusso questa ricerca della Stanford University (pubblicato per la prima volta da “DrPhil”) nella nostra chat sulla caduta dei capelli.

FAK inibitore della crescita dei capelli
Inibitore FAK guarigione della pelle e ricrescita del follicolo pilifero a 180 giorni. Fonte: Comunicazioni della natura.

I ricercatori hanno scoperto che il blocco della segnalazione meccanica tramite l’inibizione della FAK (chinasi di adesione focale) favorisce la guarigione rigenerativa della pelle. Inoltre, questa pelle ripristinata include la ricrescita del follicolo pilifero oltre alla normale architettura delle fibre di collagene. Ancora più importante, questa ricrescita dei capelli è stata mostrata sia nei topi che nei maiali.

Questo è significativo perché pelle di maiale ha sorprendenti somiglianze con la pelle umana. I ricercatori hanno utilizzato un inibitore farmacologico di FAK (FAKI) chiamato VS-6062. Questo blocco farmacologico della segnalazione meccanica ha portato a una pelle con meno formazione di cicatrici e più peli.

Il FAK è stato consegnato alla pelle ferita utilizzando un’impalcatura di idrogel biodegradabile e biocompatibile.

Meglio di Verteporfin?

Per @DrPhil sulla nostra chat:

“Questo inibitore VS-6062 FAK fa la stessa cosa della verteporfina, ma inibisce un bersaglio che si trova a monte di YAP. Verteporfin inibisce solo YAP, mentre VS-6062 inibisce FAK (che controlla YAP) e anche altri bersagli. Gli inibitori FAK possono anche essere applicati localmente, senza che siano necessarie iniezioni. Inoltre, VS-6062 è già stato sottoposto a studi clinici di Fase 1 e Fase 2 per il trattamento del cancro”.

Secondo il team di Stanford, le concentrazioni di FAKI nel siero suino dopo il trattamento locale erano quasi non rilevabili. Infatti erano meno dell’1% della dose umana massima tollerata osservata in un precedente studio clinico di Fase 1. Quindi è probabile che i problemi di sicurezza siano inesistenti secondo me.

È interessante notare che è stata intrapresa anche la precedente ricerca sulla verteporfina a Stanford, attraverso il Longaker Lab.

37408feaba