4 Superfood approvati dai nutrizionisti che non sono solo clamore

4 Superfood approvati dai nutrizionisti che non sono solo clamore
37408feaba

Con tutti i cosiddetti supercibi pubblicizzati come cure miracolose per questo, quello e l’altro, è difficile sapere cosa sia effettivamente legittimo e cosa sia solo un mucchio di clamore e uno spreco di denaro!

La verità è che probabilmente c’è almeno del merito nella maggior parte delle cose là fuori, e se funziona per te (o pensi che lo sia), allora è fantastico. Allo stesso modo, però, ci sono molti soldi da guadagnare vendendo olio di serpente e un bel po’ di integratori e supercibi tendono a rientrare in quella categoria.

Quindi, non credo nei superfood alla moda, di per sé, ma ho i miei preferiti che penso forniscano davvero e valga la pena tenerli regolarmente a rotazione.

1. Semi di chia

Sì, quei piccoli semi gelatinosi valgono davvero il clamore!

Non solo lo sono semi di chia ricchi di minerali, tra cui calcio, magnesio, ferro e potassio, ma sono anche super ricchi di fibre alimentari [source].

I semi di chia sono unici in quanto hanno un equilibrio ideale di fibre solubili e insolubili. Queste fibre agiscono come prebiotici, il che significa che aiutano a nutrire i batteri benefici che vivono nel nostro intestino.

La combinazione di fibre solubili e insolubili significa anche che i semi di chia possono aiutarti a mantenerti regolare, indipendentemente dal fatto che le tue feci siano troppo molli o troppo sode. Probabilmente hai notato che quando aggiungi semi di chia a qualsiasi liquido, si forma un piccolo strato di gel attorno al seme. Questo gel trattiene l’acqua mentre i semi di chia si muovono attraverso il tratto digestivo, il che aiuta a normalizzare la digestione e mantenere l’idratazione.

Il gel di chia aiuta anche a moderare (rallentare) la velocità con cui i carboidrati vengono digeriti e assorbiti, il che aiuta a regolare la glicemia. Assumere alcuni semi di chia prima di un pasto ha dimostrato di essere utile per la regolazione della glicemia.

Poiché i semi di chia reggono fino a 10 volte il loro peso in acqua, queste piccole bombe di fibre entrano nel tuo sistema già idratate. Ciò significa che invece di assorbire liquidi dal tratto digestivo, i semi forniscono effettivamente liquidi. Questo è incredibilmente utile per l’idratazione e il mantenimento di un intestino sano.

*Si prega di notare che i nostri corpi non sono molto efficienti nel convertire l’ALA in DHA, l’acido grasso omega-3 essenziale per la salute del cervello. Se sei vegano o non mangi pesce, non dipendere dalla chia o da altre fonti vegetali di ALA per l’assunzione di omega-3. Cerca una buona qualità integratore di olio di algheche è l’unica fonte vegetale affidabile di DHA.

2. Matcha

Gli amanti del tè verde gioiscono! Matchale foglie di tè macinate a pietra di alta qualità utilizzate nelle cerimonie del tè giapponesi, sono un degno superfood.

Il matcha è ricco di antiossidanti, tra cui la L-teanina, nota per avere un effetto rilassante e calmante sia sul corpo che sulla mente [source]. Il matcha è naturalmente ricco di caffeina, ma l’effetto rilassante della teanina contrasta questo effetto, aumentando nel contempo i livelli di serotonina, dopamina e glicina nel cervello.

In altre parole, il matcha ti fa sentire bene, aiuta con la concentrazione e in genere è semplicemente una roba fantastica! Oltre a tutti quegli antiossidanti, il matcha è anche ricco di vitamina C, selenio, cromo, zinco e magnesio [source].

Dal momento che non stai sforzando le foglie quando bevi il matcha, è molto più denso di nutrienti del tè verde standard e vorrai fare un salto per le cose davvero buone. A meno che tu non stia cucinando con esso, opta per matcha di grado cerimoniale, che è il colore verde più brillante. È costoso, ma un po’ fa molto.

3. Spirulina

Dal momento che stiamo parlando di polveri verdi, sarei negligente se non lo menzionassi spirulina. Questa alga blu-verde è alla moda in questo momento, ma è in circolazione e viene utilizzata come alimento e integratore da migliaia di anni.

La Spirulina cresce negli stagni d’acqua dolce di tutto il mondo e oggi è una coltura coltivata. Ma tradizionalmente, la maggior parte di queste alghe è stata trovata in America centrale e in Africa. Cresce sulla superficie dell’acqua e può essere scremato e disidratato. Quindi, sì, questo superfood è letteralmente feccia di stagno!

La Spirulina racchiude un pugno nutrizionale davvero incredibile. Sono il 50-70% di proteine ​​in peso e la proteina è completa (contiene tutti gli aminoacidi essenziali), biodisponibile e facile da digerire per la maggior parte delle persone.

La spirulina è anche una buona fonte di grassi sani, inclusi gli acidi grassi omega-3 e omega-6, e contiene anche le vitamine A, C, E e K, oltre a ferro da stiromagnesio, potassio e manganese [source]. In effetti, il ferro che si trova nella spirulina è più biodisponibile e facilmente assorbito dal nostro corpo, senza causare problemi alla pancia, rispetto a molti integratori di ferro commerciali.

Uno studio ha confrontato donne con anemia carente di ferro durante la gravidanza a cui è stata somministrata spirulina supplementare con altre a cui è stato somministrato un integratore di ferro convenzionale e il gruppo spirulina ha avuto risultati molto migliori [source].

La spirulina ha anche molti altri benefici per la salute, grazie al suo alto contenuto di antiossidanti e proprietà antinfiammatorie, e può anche aiutare il tuo corpo a eliminare le tossine e i metalli pesanti indesiderati.

È importante notare che la spirulina non è una fonte affidabile di vitamina B12poiché il tipo di B12 presente può interferire con i risultati degli esami del sangue (i vegani dovrebbero sempre assumere una fonte diretta di vitamina come integratore giornaliero).

Quando si acquista la spirulina, è importante acquistare da un marchio di fiducia che cresce biologicamente. Poiché viene coltivato e raccolto dall’acqua, può essere contaminato da metalli pesanti nell’acqua circostante o da microcistine, tossine libere che galleggiano nell’acqua.

4. Aceto di mele

Sì, il tuo amico che giura di iniziare la giornata sorseggiando un bicchiere d’acqua con aceto di mele è su qualcosa.

Il aceto di mele (ACV) in questione è tipicamente un aceto crudo biologico, dall’aspetto torbido, non filtrato contenente “la madre” dell’aceto. Qual è il problema con la madre? È l’antipasto che avvia il processo di fermentazione (simile a uno SCOBY nella produzione di kombucha) fornendo batteri amici.

La madre è costituita da filamenti di proteine, enzimi e batteri intestinali, che sono probabilmente responsabili della maggior parte dei benefici per la salute. Poiché la madre è una fonte di batteri, l’aceto di mele è una buona fonte di probiotici di origine vegetale [source].

Alcune persone credono che l’assunzione di ACV possa lenire il mal di stomaco e potrebbe esserci del merito in questa affermazione. Anche se può sembrare controintuitivo, l’acido acetico nell’aceto può effettivamente aiutare a neutralizzare l’acido nello stomaco e potrebbe essere in grado di alleviare il bruciore di stomaco, ma solo il tipo di bruciore di stomaco innescato da qualcosa che hai mangiato. Se hai ulcere allo stomaco o altre piaghe nel tratto digestivo, l’aggiunta di aceto aggraverà la situazione.

Quando stai assumendo ACV, è importante che sia ben diluito in acqua. Circa 1 o 2 cucchiaini in un grande bicchiere d’acqua è la concentrazione che stiamo cercando. Quando è troppo concentrato, l’aceto può bruciare l’esofago e può anche eliminare il pH nello stomaco.

Oltre a creare un ambiente intestinale felice, l’assunzione di ACV ha dimostrato di essere utile per la regolazione e la stabilizzazione della glicemia. Se consumato prima di un pasto, l’acido acetico può aiutare a rallentare l’assorbimento di zucchero nel flusso sanguigno. L’acido acetico interferisce anche con gli enzimi nello stomaco che sono responsabili della scomposizione dell’amido, il che rende più difficile assorbire gli zuccheri dai carboidrati nel pasto.

37408feaba