12 cose che ti servono per una cucina a rifiuti zero

12 cose che ti servono per una cucina a rifiuti zero
37408feaba

Una cucina “zero sprechi” potrebbe sembrare un problema di troppo, soprattutto perché siamo tali creature di comfort. Tuttavia, non è così impossibile a quanto pare!

Puoi iniziare riducendo gli sprechi nella tua cucina semplicemente prestando maggiore attenzione alle tue abitudini di acquisto, conservazione e cottura. Tieni una borsa di tela nella borsa e una in macchina. Acquista articoli dalla sezione sfusi e conservali in graziosi barattoli di vetro.

Vedere? Sei già qualche passo avanti!

Di seguito troverai ancora più idee su come produrre meno rifiuti in cucina:

Must-have per la cucina a zero rifiuti

1. Impacco alimentare in cera d’api // Invece di fogli di plastica o di alluminio, usa e riutilizza un panno di cera d’api.

2. Pranzo al sacco riutilizzabile // Potresti avvolgere il tuo panino nella plastica per il pranzo… oppure potresti confezionarlo in una scatola per il pranzo in acciaio inossidabile che userai per anni!

3. Spugne riutilizzabili // Sostituisci le spugne per piatti con delle belle spugne lavabili in lavatrice! Sono realizzati con una combinazione di spugna, flanella di cotone e rete di poliestere.

4. WECK vasetti // La tua cucina non è completa finché non inizi a usare i vasetti WECK! Puoi usarli per l’inscatolamento, la cottura al forno e il congelamento, ma anche solo per la conservazione. Inutile dire che sembrano super carini sullo scaffale!

5. Utensili da viaggio in bambù // Che tu stia pranzando in ufficio o in vacanza, non avrai più bisogno di quelle fragili forchette di plastica.

6. Asciugamani riutilizzabili // Non riesci a rinunciare alla carta assorbente? Questi asciugamani colorati, riutilizzabili e altamente assorbenti ti faranno cambiare idea.

7. Borsa da mercato in rete // Le borse in rete non sono solo un modo ecologico per portare a casa la spesa, ma sono anche un accessorio chic! Lo stesso vale per cesti intrecciati.

8. Borsa per il pane in tela // Questo sosia di sacchetto di carta è realizzato in tela resistente! Perfetto per trasportare e conservare i tuoi prodotti da forno.

9. Bottiglia d’acqua riutilizzabile // Non possiamo sottolinearlo abbastanza: devi idratarti e hai bisogno di una bottiglia d’acqua!

10. Sacchetti portaoggetti in cotone // Invece di fare nodi sui sacchetti di plastica, che ne dici di usare sacchetti di tela con coulisse? Il tessuto è traspirante, mantenendo i prodotti refrigerati freschi più a lungo.

11. Cannucce di vetro // Se tu (o i tuoi piccoli) non potete avere un frullato senza cannuccia, dovreste considerare quelli riutilizzabili. Realizzati in vetro resistente, sono dotati anche di detergenti, quindi non devi preoccuparti del lavaggio.

12. Tazza da caffè da viaggio // Capiamo se non puoi uscire di casa senza caffè. Ciò non significa che devi sempre comprare e poi buttare via i bicchieri di plastica! La maggior parte delle caffetterie è felice di accontentare e servire la tua bevanda nella tua tazza riutilizzabile.

5 scambi di cucine a zero rifiuti che sono assolutamente fattibili

Non sai da dove iniziare? Andare a zero rifiuti è un processo piuttosto che un obiettivo finale. Si tratta di usare ciò che hai e, quando è il momento di acquistarne di nuovi, di fare scelte migliori. Ecco 5 scambi di cucina super facili che puoi fare (in un fine settimana!) Per aiutarti a vivere uno stile di vita a zero rifiuti.

1. Sostituire i contenitori per alimenti in plastica

Amo preparare i pasti, quindi ho sempre tonnellate di contenitori di plastica per alimenti in giro. Ma recentemente ho iniziato ad accumulare barattoli di vetro e ad usarli invece.

Salva i vasetti da cose come sugo per la pasta o sottaceti per conservare gli avanzi, i prodotti secchi e i pasti preconfezionati. Sono gratuiti e durano per sempre. Inoltre non devi preoccuparti delle tossine della plastica che penetrano nel cibo.

2. Abbandona i tuoi prodotti di carta

Questa è una delle transizioni più difficili che io e mio marito abbiamo fatto. E anche se non siamo perfetti, ci stiamo provando. Il fascino degli asciugamani di carta sta nel fatto che un lenzuolo pulito è sempre pronto quando ne hai bisogno.

Quindi, invece, mi piace tenere un cassetto rifornito di stracci riutilizzabili per quasi ogni occasione. Per le fuoriuscite, io uso uno shammy. Per la pulizia uso asciugamani di spugna che ho comprato al negozio del dollaro.

Tengo anche tovaglioli di stoffa e fazzoletti lì per ogni evenienza. Quando hai finito, gettalo nel bucato per la prossima volta.

3. Lancia la spazzola per piatti di plastica

O meglio ancora, riutilizza la tua vecchia spazzola per piatti in una spazzola multiuso e attieniti alle opzioni biodegradabili in cucina. Uso le nostre vecchie spazzole di plastica per pulire tappeti e macchie di animali domestici fino a quando non si sfaldano e posso sostituirli con opzioni più intelligenti.

In cucina, usa una spazzola per piatti in legno realizzata con materiali compostabili come legno di faggio e setole naturali. Costano solo un paio di dollari in più rispetto a quelli di plastica e quando è il momento di sostituirlo, gettalo nel cestino del compost.

4. Scegli un sapone adatto a tutti

Con un sacco di prodotti per la pulizia diversi arriva un sacco di spazzatura. Invece, compra un sapone concentrato che puoi usare praticamente per tutto.

amo Sapone di Castiglia del dottor Bronner perché puoi usarlo praticamente per tutto e un po ‘va moooolto. Riempio un flacone di vetro per 1/3 con sapone e poi lo riempio con acqua.

Poiché è così delicato, lo uso per pulire i piatti, lavarmi le mani, rimuovere il trucco dagli occhi, togliere le macchie dai vestiti e persino lavarmi i capelli in un pizzico. Facilmente, quella bottiglia di sapone sostituisce altre 5 bottiglie di plastica che ho in giro.

5. Verde il tuo armadietto delle spezie

Erbe, spezie e piccoli prodotti secchi sono una delle fonti di plastica più pervasive in cucina. Investi in alcuni piccoli barattoli di vetro o riutilizza i vecchi contenitori di spezie in vetro che hai in giro.

Quando è il momento di comprarne di nuovi, prendi le tue spezie e i tuoi prodotti secchi dal bidone dei rifiuti al supermercato e usa i sacchetti di carta riciclabili o i tuoi sacchetti di cotone per le spezie per trasportarli a casa. Trasferire in barattoli di vetro per la conservazione a lungo termine.

Domande frequenti sulla cucina a rifiuti zero

Cos’è una cucina a zero rifiuti?

In sostanza, ci sono tre fattori trainanti dietro il movimento dei rifiuti zero, e sono sicuro che li hai già sentiti prima: ridurre, riutilizzare e riciclare. L’obiettivo è tenere gli oggetti fuori dalla discarica o, come spesso accade, semplicemente generare la minor quantità possibile di rifiuti. Poiché la cucina è una delle maggiori fonti di rifiuti domestici, è un ottimo punto di partenza.

Da dove devo iniziare se voglio ridurre gli sprechi in cucina?

Puoi iniziare in piccolo: piccoli cambiamenti fanno molto e non devi renderlo perfetto fin dall’inizio. Anche se inizi portando borse della spesa riutilizzabili e borse da mercato a rete per recinto i prodotti al supermercato (invece di utilizzare i sacchetti di plastica forniti), puoi iniziare a fare la differenza.

Una volta che hai imparato questa abitudine, puoi iniziare a integrare soluzioni di conservazione riutilizzabili (come barattoli di vetro) e investire lentamente in oggetti come cannucce di vetro, asciugamani riutilizzabili e involucri alimentari nel tempo.

Andare a zero rifiuti è conveniente?

Alcuni prodotti a zero rifiuti potrebbero essere più costosi all’inizio (come l’acquisto di asciugamani riutilizzabili invece di asciugamani di carta). Tuttavia, poiché questi prodotti sono riutilizzabili e in genere di qualità superiore, potresti risparmiare denaro nel tempo.

C’è un investimento iniziale da tenere in considerazione, ma basti pensare a quanti pacchetti di asciugamani di carta compreresti normalmente in un anno! Investire in alternative sostenibili può essere molto più conveniente a lungo termine.

In quale altro modo posso andare a zero rifiuti in altre aree della mia casa?

Il bagno offre anche un’eccellente opportunità per incorporare più soluzioni a zero rifiuti. Pensa a tutti i prodotti che si trovano sul mobile del tuo bagno, sulla doccia o sul mobiletto sotto il lavandino.

Man mano che esaurisci questi prodotti e devi sostituirli, ci sono molte opportunità per scambiare opzioni più sostenibili come spazzolini da denti in bambù, carta igienica riciclata o di bambù, tondi per il viso riutilizzabili e shampoo e balsamo. Adoro anche andare alla stazione di rifornimento del mio farmacista locale per riempire le bottiglie riutilizzabili con il mio sapone liquido di Castiglia preferito!

Alla ricerca di altre idee a zero rifiuti? Abbiamo alcuni semplici consigli su come incorporare prodotti di bellezza a zero rifiuti nella tua routine.

256

37408feaba